Un bambino, dopo la morte della madre, è accolto agli Innocenti per le cure necessarie. Il padre lo riprenderà con sé:

Adì xvij di luglo 1449 ci fu rechato e messo nella pila uno fancullo maschio il quale rechò monna Domenicha di Lotto di Cecho et dissero figluolo di Bancho Canfiedini et della morta schiava di Recho Chapponi et chi llo rechò disse era battezato chome di sopra [Giovanni et Ventura] et fuci molto rachomandato […]

Renduto al padre

(AOIF, [Libro dei] fanciugli A, 05/02/1445 - 17/10/1450, n. inv. 485, c. 201v)