Un bambino, dopo essere stato accolto agli Innocenti, viene affidato alle cure di una balia di Certaldo:

Adì 13 di luglio 1446 fu messo nella pila un fanciullo a ore 18 disse chi l’arecò che per parte del padre che si ponesse nome Giovan Gualberto arecollo monna Tessa sta dentro alla porta a San Gallo […]

Adì 17 luglio 1446 demo a balia il sopradetto Giovanni Gualberto a mona Margherita donna di Jacopo d’Andrea da Certaldo et habita in Certaldo per lire 3 il mese

(AOIF, [Libro dei] fanciugli A, 05/02/1445 - 17/10/1450, n. inv. 485, c. 54v)